Giro d’Italia Virtual: una rivoluzione nel mondo del ciclismo

La più importante competizione ciclistica italiana si adatta al covid-19 e adotta una veste completamente nuova

 Giro d’Italia Virtual: una rivoluzione nel mondo del ciclismo

Alexey Lutsenko, Crediti: pagina instagram.

Ai tempi del covid-19 anche il Giro d’Italia ha deciso di stravolgere totalmente i suoi piani, modificando il mezzo attraverso il quale possiamo godere di questa prestigiosa competizione. Nasce infatti il Giro d’Italia Virtual, reso possibile grazie alla collaborazione di RCS Sport, azienda specializzata nella organizzazione di eventi sportivi, e Garmin, società nata per sviluppare sistemi commerciali e di aviazione per GPS e che ha poi trovato largo spazio nel mercato degli orologi per monitorare le attività sportive.

Come si svolge la competizione?

Partecipare è molto semplice, tramite la propria bicicletta posizionata su uno smart trainer di nuova generazione come un rullo Tacx smart e un ciclocomputer Garmin Edge, che mostrerà il tracciato, sarà possibile entrare nel vivo dell’esperienza, affrontando gli ultimi chilometri di 7 delle 21 tappe inizialmente previste per il Giro d’Italia 2020.

Al termine di ogni tappa verranno assegnate la Maglia Rosa, a colui che risulterà il vincitore in base alla classifica costantemente aggiornata, la Maglia Bianca, al vincitore under 26 risultante dalla classifica di tappa, e la Maglia Garmin, a colui che ha raggiunto la velocità più elevata durante la tappa stessa.

La prima tappa disputata il 18 Aprile, la San Salvo-Tortoreto, di circa 32 km, ha visto la vittoria dell’Astana Pro Team, squadra che indosserà per prima la Maglia Rosa, grazie alle performance dei suoi corridori Alexey Lutsenko (44′ e 41”, miglior tempo individuale nella tappa) e Davide Martinelli, realizzando un tempo complessivo di 1h35’04”.

Il team kazako si porta così in vetta alla classifica, ottenendo un vantaggio di 6′ e 46” sulla Nazionale Italiana, che ha partecipato con due esponenti di spicco, Elia Viviani e Samuele Zoccarato, Under 23. Il terzo posto spetta al Team Bahrain-McLaren, capeggiato da Fred Wright e Grega Bole.

Il Giro d’Italia, nella sua forma completamente rinnovata, si prospetta davvero entusiasmante e soprattutto svolge un ruolo benefico importantissimo, grazie alle donazioni dei partecipanti che verranno raccolte fino al 10 Maggio.

0 Reviews

Write a Review

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *