Otto canzoni rock per dire “bici”

 Otto canzoni rock per dire “bici”

Qual è il legame fra bicicletta e musica rock? Certo, ascoltare Born to run di Bruce Springsteen durante un allenamento potrebbe essere un esempio. Ma probabilmente il rock negli ultimi decenni ha raccontato a suon di chitarre distorte storie in cui la bicicletta può essere una “buona invenzione”, un pretesto, una protagonista. Ecco otto canzoni rock per dire bici.

Pink Floyd : Bike  (1967)

Ultima traccia dell’album d’esordio The piper at the gates of dawn, il brano dei primissimi Pink Floyd è chiaramente un esperimento dell’inimitabile Syd Barret. Non a caso un suono rythm and blues delle prime strofe nel finale sfocia in una sovrapposizione di suoni di campane, orologi, violini. Ma per un’esperienza psichedelica completa è consigliabile ascoltare l’intero album.

The Doors : Riders On The Storm (1971)

Un giro di basso ipnotico, temporale in sottofondo ed ecco un’atmosfera blues in pieno stile Doors. Il brano è un invito alla riflessione: così come un rider può scegliere di procedere imperterrito nonostante la pioggia, ognuno di noi si trova catapultato nella tempesta senza indicazioni ma con la possibilità di imparare a “andare in bici”.

Queen – Bycicle Race (1978)

Un’ispirazione nata guardando una tappa del Tour de France dalla propria camera d’albergo in Costa Azzurra: stiamo parlando di come è nata Bycicle Race, una traccia energica e musicalmente complessa: presenta non solo cambi di tempo, ma anche un mini assolo di campanelli di biciclette. In ogni caso, la leggenda narra che Freddie Mercury non sia mai stato un grande fan della bici.

Tre Allegri Ragazzi Morti – Il Principe in Bicicletta (2000)

Non può mancare Il principe il bicicletta, brano dei Tre Allegri Ragazzi Morti, che racconta in termini indie rock una storia dalla trama romantica e senza tempo: “a cavallo di una bici il tuo principe verrà”.

 Red Hot Chilli Peppers – Bicycle song  (2002)

Probabilmente non è tra le più conosciute dei Red Hot Chilli Peppers. Registrato col leggendario John Frusciante, il brano è tendenzialmente malinconico, ma vi è incastonata una frase iconica: “how could I forget to mention bicycle is a good invention?

Bruce Springsteen – Gipsy Biker (2007)

 Il testo è legato alla guerra, ma il brano del Boss è un esemplare del classic rock, poetico e coinvolgente. Per questioni di genere o di generazione, il brano non ha fatto breccia nei cuori degli italiani. Allora potete ascoltarlo qui.

Twenty one pilots – Ride (2015)

Brano spensierato, adatto per l’attività fisica all’aria aperta, in una giornata di sole. Metriche rap, un tocco di sintetizzatore e un ritornello difficile da non cantare, fa venir voglia di andare in bicicletta: “I’m fallin’ so I’m taking my time on my ride”.

Stereophonics – Boy On A Bike (2017)

Voce graffiante e chitarra in una canzone intima e riflessiva: un ricordo, una bici, un sentimento di malinconia, una consapevolezza: c’è molta strada da percorrere. “I got to ride the whole street…

Michela Moramarco

0 Reviews

Write a Review

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *